Quanto tempo serve per costruire una piscina interrata?

Se stai pensando a come sarebbe bello avere una piscina nel tuo giardino – in cui nuotare, divertirti e rilassarti dai primi tepori primaverili fino all’ultimo raggio di sole autunnale – quanto tempo ci vuole per costruire quella piscina è di certo una delle risposte principali che ti piacerebbe conoscere, per non lasciarti cogliere impreparato.

Per ora, stai solo cercando quante più notizie disponibili.

Forse non hai ancora le idee chiare su tutte le caratteristiche che avrà la tua piscina, sulle dimensioni e la posizione, sulle personalizzazioni che la trasformeranno nell’oasi di benessere che hai sempre desiderato. 

Sai che il prossimo step sarà richiedere una consulenza, un sopralluogo e un preventivo.

Però, sei consapevole che ci sono diversi elementi da considerare – tra cui l’ottenimento di alcuni permessi – e vuoi prima prenderti un momento per documentarti online senza impegno. 

Quanto dovrai aspettare per completare la piscina? Quanti passaggi ci sono? Parliamo di settimane o mesi?

Internet e tutte le risposte (fuorvianti) che puoi trovare: quali sono i tempi per realizzare una piscina?

Quando digiti una delle varianti di questa domanda su Google, vedi comparire una lunga serie di articoli, in maggioranza blog di aziende che installano piscine interrate. 

Cominci a leggerne qualcuno, e ti accorgi che tutti hanno un elemento in comune. 

O, per essere precisi, a tutti MANCA un elemento in comune. Si tratta più di un “non detto” … qualcosa che aleggia tra le righe… che però tu avverti subito.

Infatti, si dà quasi sempre per scontato che a te non importi nulla di come la piscina arriverà nel tuo giardino, basta che ci arrivi. 

Ma questo è vero fino ad un certo punto. Perché se è indiscutibile che tu sia interessato alla soluzione, sai anche che una piscina non è un complemento d’arredo da acquistare già pronto in un supermercato. Non ti basta portarla a casa e collocarla semplicemente al suo posto.

Vuoi capire, almeno a grandi linee, come funziona l’intera procedura. Perché tale procedura si svolgerà nel TUO giardino, e avrà un impatto notevole sulla TUA quotidianità. Come tutte le opere edili.

Purtroppo, la domanda – più che lecita – è anche molto generica, e si presta a numerose interpretazioni. Ovvero, a quelle che fanno più comodo alle già citate aziende.

Ecco quindi una panoramica molto verosimile di ciò che troverai in rete sui tempi di costruzione di una piscina interrata.

PRIMA TIPOLOGIA DI INFORMAZIONI

Tempo di realizzazione della piscina interrata: 1 settimana

In questi articoli andiamo subito al sodo. 

Primo giorno di cantiere per il basamento, secondo per la posa del perimetro, terzo per l’installazione delle tubature, quarto per la struttura e il rivestimento interno, quinto per il riempimento della vasca e l’attivazione della piscina. 

Finito. L’articolo e il lavoro.

Potresti scorgere nel testo un “salvo imprevisti” non meglio precisato. Cosa significa? Ne parleremo a breve, ma torniamo prima alle tempistiche indicate.

Cinque giorni in tutto. 

Sul serio? Rileggi con perplessità. 

Una piscina interrata in una settimana. Che bella notizia. 

Ma, come tutto ciò che è troppo bello per essere vero… in effetti non lo è.

Quello che non ti hanno detto:

#1 – Per procedere alla costruzione di una piscina interrata servono tutti i permessi richiesti per legge. D’accordo, tu sai che esistono. Ma quali e quanti sono? E quanto ci vuole per ottenerli? Silenzio.

#2Prima di lavorare sul cantiere, il cantiere deve esistere. Gli installatori della piscina non faranno altro che installare la piscina. Il buco nel terreno per la vasca non sarà già presente come per magia. Servirà un’impresa edile con camion, betoniere, escavatori e operai.

#3Devi avere dei progetti. Quello per i permessi, quello per le opere edili, quello esecutivo della piscina. In linea di massima tu sai anche questo. Per fortuna. Perché qui non è scritto.

#4La vasca sarà piena d’acqua, vero. Ma finché non farai la pavimentazione esterna, sarà circondata da terra smossa e da qualche ciuffo d’erba sopravvissuto al cantiere.

#5Tutte queste cose hanno un costo. Alto.

E così, passa l’idea che realizzare una piscina interrata sia un gioco da ragazzi. 

La sera, ne parli con tua moglie. Felici, lo anticipate al resto della famiglia. 

Il giorno dopo chiami l’azienda. Sempre che abbia voglia di darti al telefono chiarimenti che potrebbero compromettere una futura vendita, timidamente ti accenna a quasi tutte le cose che ti ho appena detto.

Ma le tempistiche presenti sul sito, all’improvviso non saranno più così nette. Magari ci vorranno 3 settimane e non 1 sola… dipende dal meteo, dalla piscina, da un sacco di cose. Ti diranno meglio durante il sopralluogo. Forse.

E se, come immagino farai, tu non ti limitassi a leggere solo questo articolo? Le notizie a disposizione su Google sono tante. Che senso ha non approfondire?

Passiamo dunque alla…

SECONDA TIPOLOGIA DI INFORMAZIONI

Tempo di realizzazione della piscina interrata: 2 mesi (facciamo 3)

Questa azienda comincia a scendere più in profondità. 

Innanzitutto, hai conferma che devi pensare a dimensioni, forma, posizione e personalizzazioni della tua piscina molto prima di quel cantiere già avviato. È probabile che ti servirà un professionista per realizzare il progetto. 

In poche righe vieni avvertito che avrai bisogno di qualche autorizzazione. Quali? Sicuramente la SCIA e forse il Permesso per Costruire, che si richiedono in comune. 

E poi anche di altre, sempre da parte di enti amministrativi non meglio specificati. Ah, potrebbe esserci un vincolo paesaggistico. 

Ci vorranno 30 giorni per il comune. Perciò, burocrazia totale da 2 a 6 settimane.

E siamo di nuovo nel tuo giardino.

Scavo e soletta, 1 settimana. 

Installazione di locale tecnico e tubature, 1 settimana.

Struttura, da 1 a 3 settimane, a seconda del materiale. Siccome quasi più nessuno opta per una piscina in cemento, mettiamo una sola settimana per quella in pannelli d’acciaio.

Solarium e personalizzazioni, 1 o 2 settimane.

In sintesi, dal progetto al primo tuffo in 2 o 3 mesi. 

Tempi abbastanza diversi da quelli dell’articolo precedente. 

A questo punto, quindi, puoi tornare da tua moglie con le nuove informazioni. Felici, ne date notizia ai bambini. 

Domani, chiamerai questi installatori per un sopralluogo. Stavolta, riceverai dettagli molto più allineati con l’articolo da loro stessi scritto.

Quello che non ti hanno detto:

#1Ancora una volta, poca chiarezza sui permessi: per la SCIA il comune deve risponderti entro un mese, vero… ma gli altri enti no. È più facile che tutte le autorizzazioni, sempre che ti vengano concesse, arrivino in 60/120 giorni invece di 30. 

#2Ancora una volta, totale oblio sull’apertura del cantiere. I vari professionisti nominati nell’articolo (architetto, elettricista, idraulico) … chi li deve cercare, coordinare e pagare a parte? 

Esatto, tu. 

E non sono nemmeno tutti. Dato che anche qui l’azienda installatrice viene presentata già al lavoro, ci si dimentica di nominare sia l’impresa per le opere edili, sia il giardiniere che dovrà rifarti il giardino distrutto dagli scavi. 

Per fortuna, in questo caso del solarium si occupa l’azienda in prima persona. Con preventivo separato da quello per la sola costruzione della vasca.

#3 Ancora una volta, soltanto un velato cenno a tutti i fattori che potrebbero far slittare le tempistiche in avanti. È proprio quel “salvo imprevisti” di cui ti parlavo poco fa. 

#3.1 – Imprevisto: il maltempo, che impedisce al calcestruzzo di asciugare. 

Dicevi che non vuoi una piscina in cemento? Ma il cemento c’è lo stesso: per la soletta di base in tutte le piscine interrate, e anche per tenere ferma la struttura se scegli quella in casseri.

#3.2 – Imprevisto: le ditte coinvolte hanno altri lavori in contemporanea al tuo. Oggi ci sono, domani no. Magari la prossima settimana. 

#3.3 – Imprevisto: qualcuno durante la costruzione si accorge di un difetto che se non risolto subito comprometterà le prestazioni della piscina a breve o lungo termine. A parte l’inevitabile scaricabarile sulle responsabilità, di quanto si allungheranno i tempi prima di finire? Chi lo sa.

Insomma, certezze non ce ne sono. 

Ma se conti sul fatto che in 2 o 3 mesi vedrai già la tua piscina pronta, preparati ad affrontare i musi lunghi dei tuoi bambini, e la delusione tua e di tutta la famiglia quando questo non accadrà.

Intanto, per consultare altre fonti, ti imbatti nella…

TERZA TIPOLOGIA DI INFORMAZIONI

 Tempo di realizzazione della piscina interrata: “muoviti in inverno” (5-6 mesi)

Finalmente le informazioni più veritiere tra quelle che puoi sperare di trovare in rete. 

Questo articolo ti spiega che ci sono dei distinguo da fare, e anche molto importanti. Sia per le fasi precedenti l’installazione, sia per la costruzione vera e propria. 

Ti dice che i permessi seguono varie procedure a seconda della zona in cui abiti, e che potrebbero volerci anche diversi mesi. Ti nomina vincoli paesaggistici, urbanistici e idrogeologici. 

Ti avverte che dovrai pensare ad una progettazione che tenga conto non solo di aspetti estetici, ma anche funzionali. Per questo, saranno necessari geometri e periti.

Ti parla anche degli scavi e delle opere edili, che richiedono organizzazione e tempo. Pur non entrando nel merito di fornitori, disagi e macchinari (queste cose non competono all’azienda installatrice), almeno ti avvisa che non tutto è già pronto per l’installazione della vasca.

Menziona re-interro e finiture: sottofondo per accogliere il bordo perimetrale, pavimentazione esterna, posa del rivestimento interno, ecc.

Visto che hai trovato un installatore onesto (e che si occupa anche di giardinaggio) ti dice addirittura che, ultimati i lavori, nei tempi che devi calcolare per goderti finalmente la tua piscina… c’è anche il ripristino del giardino.

E questa è una notizia che nessuno ama dare.

In pratica, l’intero iter dura 5 o 6 mesi. Meglio programmare tutto in inverno.

Ma allora, cosa c’è che non va in questa serie di informazioni?

Quello che non ti hanno detto:

#1Innanzitutto devi essere fortunato per trovare articoli di questo genere. Scoprirai che raramente sono blog di un’azienda di piscine interrate, ma appartengono a riviste di architettura d’esterni.

Così come dovrai essere fortunato ad individuare le pochissime ditte che ti raccontano le cose come stanno fin dalla prima chiacchierata. 

Molte non te le diranno mai, e altre cercheranno di deviare dagli aspetti più spinosi… finché non sarai tu a porre le domande giuste (o a trovarti invischiato in qualche problema a progetto già iniziato).

#2Attenzione alle numerose eccezioni. È vero, quasi tutti evitano di parlare dei casi particolari, o più difficili. 

Il problema è che una piscina interrata è sempre un caso particolare, perché il risultato finale dipende da troppi fattori… impossibili da prevedere in anticipo. 

I tempi di costruzione prospettati, quindi, rimangono molto ottimistici. 

In quasi 30 anni di carriera nel mondo delle piscine interrate, ho visto più progetti trascinarsi per 8 o 9 mesi – anche un anno nei casi peggiori – piuttosto che finire in 5 o 6. 

#3Che tu scopra le tre tipologie di articolo nell’ordine che ti ho elencato o in un altro, sarai comunque sottoposto ad un tale bombardamento di notizie frammentarie e contraddittorie, che ne uscirai più confuso che mai. 

Non fraintendermi. È corretto cercare più informazioni possibili invece di sopportare 10 sopralluoghi inutili, o di affidarti alla prima ditta che trovi. Ed è normale, nonostante ore passate alla ricerca di chiarezza, ritrovarti a saperne meno di prima. 

Purtroppo, la trasparenza non è uno dei punti di forza di questo settore. 

Un po’ perché la costruzione di una piscina interrata è ogni volta una scommessa diversa… un po’ perché fornire ai potenziali clienti tutte le informazioni necessarie per prendere una decisione consapevole… farebbe sfumare già al primo contatto la metà delle trattative.

Il punto è che, quando scopri queste cose, non si tratta più (o solo) di ciò che ti viene taciuto. 

Il punto risiede nella natura stessa delle piscine interrate. 

Che ti porteranno sempre a dover fare i conti con:

  • burocrazia
  • cantieri infiniti e opere edili complesse
  • costi aggiuntivi che emergono in ogni fase della realizzazione, non compresi nel preventivo dell’azienda installatrice perché non è lei ad occuparsi di tutto il progetto 
  • tanti fornitori diversi, senza un punto di riferimento vero
  • imprevisti di ogni genere

Così, dovrai sperare nella buona sorte. 

Perché anche uno slittamento di poche settimane ti costringerà a fare il bagno la prossima estate. E a coprire con il telo invernale la tua piscina appena finita, invece che inaugurarla.

Nel mio libro “Semplicemente Piscina”, spiego nel dettaglio quali fattori tenere presente nella scelta della tua piscina per evitare insidiosi tranelli, soprattutto sui tempi.

E, considerati tutti i problemi, molte persone hanno scelto di fermarsi un attimo. 

Di valutare se la soluzione che cercano, per assicurarsi tempistiche chiare fin da subito, non sia una piscina interrata… ma una Piscina Fuori Terra di Lusso.

QUARTA TIPOLOGIA DI INFORMAZIONI

Tempo di realizzazione di una Piscina Fuori Terra di Lusso: circa 2 mesi, e i tempi li decidi tu

Una Piscina Fuori Terra di Lusso ti regala prestazioni estetiche e funzionali superiori ad una interrata, perché:

  • consente la personalizzazione, fin dal progetto, sia della vasca che del living (la pavimentazione esterna), già compreso e perfettamente integrato al tuo giardino. 
  • possiede una struttura in pannelli d’acciaio autoportanti, non ancorati in modo permanente al suolo così da non subirne i naturali assestamenti… che sul lungo periodo deteriorano invece le piscine interrate.

Inoltre, ti permette di evitare burocrazia, scavi e opere edili. 

Come abbiamo visto fin qui, ciò significa niente brutte sorprese su ritardi, fornitori e costi. 

Con le nostre Piscine Fuori Terra di Lusso – le prime e uniche in Italia – avrai un solo punto di riferimento e un solo preventivo. 

Quanto dovrai aspettare?

Il nostro protocollo di progettazione, realizzazione e installazione prevede tempistiche molto chiare fin da subito. 

Dal primo sopralluogo – step iniziale del progetto esclusivo Piscina Perfetta a firma dei nostri architetti – all’inaugurazione della tua piscina, passeranno circa 2 mesi.

Nello specifico?

Confermato il progetto (pronto in 16 giorni), ci vorrà al massimo 1 mese per la produzione della struttura e l’arrivo a casa tua dei materiali. 

Nel frattempo, l’ufficio tecnico preparerà gli esecutivi per l’installazione.

Dall’inizio dei lavori, in 15 giorni avrai la tua piscina completamente ultimata, con area living su misura inclusa.

Queste sono le tempistiche standard del nostro metodo di lavoro proprietario. Ma, ovviamente, dipende anche dalle tue esigenze. Ad esempio, potresti volere il progetto oggi e la piscina tra 6 mesi.

Oppure, potresti volere solo la piscina, nel qual caso andrebbero sottratti i 16 giorni di creazione di Piscina Perfetta. 

Ancora, potresti volere modifiche al documento preliminare che ti verrà presentato a metà della lavorazione del progetto, e in questa ipotesi Piscina Perfetta potrebbe richiedere qualche giorno in più.

Insomma, pur garantendo tempi veloci (2 mesi comprensivi di progettazione professionale, realizzazione e installazione sono davvero pochi), cercheremo di venire incontro ai tuoi desideri in ogni fase del processo.

Concludendo, spero di esserti stato utile nel gettare un po’ di luce su quanto tempo serve per costruire una piscina interrata… e quanto per una fuori terra di lusso.

Grazie ad una panoramica completa delle informazioni che ti servono, puoi andare dalla tua famiglia sicuro di aver ponderato ogni opzione.

Quello che non ti ho (ancora) detto:

Se desideri vedere non facce deluse, ma piene di meraviglia… scopri come sarebbe la tua Piscina Fuori Terra di Lusso, cliccando sul bottone in basso per compilare il nostro questionario e prenotare la tua consulenza gratuita.

A presto,

Giuseppe Giorgi

altri
articoli