“Come verrà la mia piscina?” Un progetto esclusivo te la mostra in anticipo

“Come verrà la mia piscina?” 

Questa è la prima, legittima, domanda che si pongono tutti i futuri proprietari di piscina.

Tuttavia, rispondere con esattezza e in anticipo è sempre stato molto difficile… sia per la complessità dell’opera, sia per problemi di varia natura che possono insorgere nella sua progettazione.

Quali problemi? 

Nelle prossime righe li vedremo uno a uno, insieme alle soluzioni che ti permetteranno di vedere in anticipo – e in modo definitivo – come sarà davvero la tua piscina, nella realtà del tuo giardino.

IPOTESI N.1
Finalmente è arrivato il giorno dell’installazione.

Hai voluto una piscina di design, con un solarium in legno pregiato che si adatta al tuo giardino e che rappresenta un gradevole elemento di decoro per la tua casa.

Com’è ovvio, tu e la tua famiglia siete emozionati. I bambini corrono da una parte all’altra. Tu e tua moglie accogliete con entusiasmo i tecnici, che stanno trasportando i materiali nell’area prescelta per il montaggio.

Con discrezione, li guardi destreggiarsi tra pannelli in acciaio e strumenti del mestiere. Li vedi prendere misure, valutare il piano di appoggio preparato in precedenza dal tuo giardiniere di fiducia. 

Non hanno ancora finito di togliere gli imballaggi, quando il responsabile degli installatori ti raggiunge, e ti dice che c’è un problema. Il solarium non ci sta.

Com’è possibile? Eppure c’è un disegno che mostra dimensioni e posizione dell’intera struttura.

Sei incappato in uno degli inconvenienti più rari, ma al contempo più seri, nell’installazione di una piscina.

Fa parte della prima categoria, quella che noi definiamo…

PROBLEMI COSTRUTTIVI
Quando la tua piscina ha misure e posizione sbagliate

Nonostante professionalità e buona organizzazione, può accadere che alcuni dettagli relativi alla posizione della tua piscina vengano riportati male nei vari passaggi, tra il sopralluogo e la costruzione della struttura.

Questo perché – di solito – le aziende si affidano a disegni di una sola pagina scollegati dal contesto, con misure prese a mano su un foglio bianco. O a configuratori standard che ti mostrano la tua piscina senza le dovute misure e proporzioni. 

Da quel foglio o configuratore alla realtà, poi, la differenza è abissale.

E se pensi che per le piscine interrate questo discorso non valga, ecco una dimostrazione del contrario.

Senza un’indicazione precisa del reale ingombro che avranno vasca e area relax una volta terminate, il rischio di sbagliare è alto.

Così, solo al momento dell’installazione si scopre – ad esempio – che il solarium schiaccia la siepe di confine.

Perché è vero che una piscina fuori terra non richiede la distanza minima di almeno 2 metri dalla recinzione, e quindi – come fanno molti – puoi mettere la piscina a ridosso del muretto che ti separa dal tuo vicino.

Però è anche vero che, se non si tratta di una soluzione studiata ad hoc per quel punto specifico, l’area relax potrebbe sbattere contro il recinto, o addirittura non starci proprio.

E che dire quando invece la piscina risulta troppo attaccata alla casa? 

Certo, se disponi di uno spazio esterno molto grande questa ipotesi è scongiurata… ma nella maggior parte dei casi i giardini sono di medie dimensioni, e magari già accessoriati con verande e pergole, muretti, scale, alberi e aiuole. 

Insomma, un bel problema.

Per fortuna, queste sono cose di cui ti accorgi prima di iniziare i lavori.

Ma dovrai fermare tutto. 

Dovrai far spianare un’altra area d’appoggio e rimandare il primo bagno a data da destinarsi, perché è probabile che per la settimana seguente l’azienda installatrice abbia già programmato un altro progetto. 

Si riuscirà a rivedere dimensioni e posizione… e ricominciare in qualche giorno? E il tuo giardiniere sarà disponibile per livellarti un’altra porzione di terreno, con così poco preavviso?

COME ANTICIPARE I PROBLEMI COSTRUTTIVI
Analisi dello stato di fatto e vista planivolumetrica

L’analisi dello stato di fatto è una descrizione particolareggiata degli elementi che caratterizzano il tuo spazio esterno al momento attuale, eseguita da tecnici specializzati.

Questo studio comprende una serie di informazioni, quali: 

  • la metratura complessiva del tuo giardino
  • la sua forma
  • la pendenza
  • l’eventuale presenza di ostacoli da rimuovere o riposizionare

In seguito, serve la grafica planivolumetrica effettuata da un architetto: un disegno tecnico che ti mostra l’occupazione di suolo dei vari volumi progettati, offrendoti una vista dall’alto complessiva della piscina.

L’uso di ombreggiatura fa capire immediatamente l’impatto della struttura sull’ambiente circostante. 

Inquadramento territoriale, classificazione climatica e sismica, analisi dello stato di fatto e planivolumetrico costituiscono il cosiddetto “studio di fattibilità”, che deve essere svolto da un architetto e che offriamo come GARANZIA di esecuzione impeccabile dell’intera opera.

Con queste informazioni – offerte in esclusiva per le nostre Piscine Fuori Terra di Lusso – capirai quindi se l’orientamento e la posizione della piscina sono realmente adatte per la tua casa, evitando tutti i problemi costruttivi.

Prima della realizzazione e, soprattutto, del montaggio.

IPOTESI N.2
Posizione e dimensioni sono giuste, sia sulla carta che nella realtà.

Quindi, l’installazione procede liscia. 

In pochi giorni, tu e la tua famiglia potrete fare il primo bagno nella vostra nuova oasi di benessere.

Ma… 

PROBLEMI DI COMFORT
Quando la tua piscina è scomoda

Alla prima occasione di passeggiare sulla tua area relax – mentre tua moglie ammira i nuovi lettini – ti accorgi che qualcosa non torna. 

Le misure sono quelle concordate, vero. Ma se prima – in base al disegno – ti erano sembrate perfette per le tue esigenze, ora scopri che non lo sono affatto.

La tua area living è troppo piccola. 

Pensavi che 60 metri quadri ti avrebbero concesso tutto lo spazio necessario per un salottino outdoor, e magari un bel barbecue in angolo. Invece, di quegli arredi selezionati con cura, ce ne sta la metà. 

Chi dirà a tua moglie che il suo gazebo dovrà rimanere sull’erba?

Quando darete le vostre ambite feste, dove si rilasseranno i tuoi ospiti? 

Invece di riunirli tutti a bordo vasca con un bel drink in mano, o di accoglierli sui divanetti attorno alla piscina…

… dovrete stare uno qui e uno là sul prato, gridare per conversare, fare a turno per godervi un boccone con i piedi nell’acqua.

Ed ecco che quei momenti perfetti fantasticati per lungo tempo, si dissolvono di fronte alla realtà. Una realtà scomoda come la tua piscina.

Però, potrebbe succedere anche il contrario.

Che il living sia troppo grande, e tu ti renda conto solo una volta terminato della sproporzione rispetto al resto dell’ambiente.

In particolare se il tuo giardino è di medie dimensioni, una piscina con area relax troppo spaziosa toglie armonia e pregio al contesto, invece che aggiungerli.

In entrambi i casi, la delusione è forte, perché una piscina deve mettere un “più” davanti a bellezza e fruibilità della tua casa. Non un “meno”.

COME ANTICIPARE I PROBLEMI DI COMFORT
Progetto definitivo con modello in 2D

Da dove derivano questi problemi?

Come nell’esempio precedente, un configuratore standard o un disegno fatto a mano, non potranno mai darti la sicurezza di una piscina perfettamente integrata con lo spazio attorno.

Un progetto definitivo, invece – corredato da pianta e prospetto in 2D – mostra in anteprima misure reali, orientamento e accessi alla tua piscina, da due punti di vista differenti. 

Illustra, inoltre, la posizione delle scalette di ingresso in acqua e del vano tecnico, all’interno del quale sono alloggiati gli impianti per il corretto funzionamento della piscina.

Quella che ti troverai di fronte, perciò, sarà un’area di design senza alcun difetto di comfort e in totale sintonia con l’ambiente che la circonda. Non troppo grande, non troppo piccola.

Qual è, allora, la differenza tra questi ultimi problemi e quelli costruttivi, di cui abbiamo parlato prima?

Che in questa ipotesi misure e posizione sono corretti da un punto di vista prettamente tecnico. Ma nessuno ha tenuto conto dell’impatto dell’opera sulla vivibilità degli spazi, e del comfort che – per definizione – una piscina deve regalare ai suoi proprietari.

Ora che abbiamo risolto la seconda categoria di problemi, procediamo con…

IPOTESI N.3
A prima vista, quest’ultima serie di problematiche sembra la meno preoccupante…

… Ma tra poche righe scoprirai perché non lo è affatto.

PROBLEMI ESTETICI
Quando la tua piscina non ti piace davvero

“Sui problemi estetici uno se ne fa una ragione”, potresti pensare. 

Dipende.

I difetti estetici – e su questo siamo d’accordo – di norma non rendono inagibile o scomoda la tua piscina. 

Parliamo di sottigliezze, in fondo.

Come il living, che ha un colore diverso da quello che ti eri immaginato e dal vivo non ti soddisfa, o stona addirittura con il resto della tua casa. 

Come il rivestimento interno, che anziché essere piacevole al tatto, ti dà una sgradevole sensazione di ruvidezza. O che, invece di donare all’acqua l’effetto cristallino stile “mare dei Caraibi”, come volevi, la fa apparire troppo scura.

Ma sono davvero dettagli, questi? 

Perché quando hai appena investito decine di migliaia di euro per l’angolo di paradiso che avevi sempre desiderato, così dettagli non sono.

Le facce deluse di tua moglie o dei tuoi figli, che si erano dipinti un’immagine ben precisa di come sarebbe stata la piscina, e che si ritrovano invece a storcere il naso… così dettagli non sono.

E se anche su alcuni di questi aspetti potresti soprassedere, su altri un po’ meno.

Ne sono un esempio quelle situazioni in cui i problemi estetici portano a galla un problema costruttivo o di comfort, non individuato in precedenza.

Quali situazioni?

Eccone una.

Hai invitato gli amici per l’inaugurazione della tua piscina, quando dopo un’ora il sole scompare. 

No, non è una nuvola. Sono le fronde degli alberi, che si allungano proprio sul living. E non al tramonto. 

Scopri così che la tua piscina rimane all’ombra per la maggior parte del giorno. 

Da un difetto estetico, una piscina “buia”…

… si passa ad uno di comfort, acqua fredda e abbronzatura difficoltosa.

Per finire con un difetto costruttivo, ovvero l’orientamento scorretto.

Come risolverai questi problemi? Non puoi, a meno di non svuotare la vasca, smontare l’intera struttura, spostarla da un’altra parte, riempirla di nuovo.

Diversamente che con una piscina interrata è possibile farlo… ma quante seccature comporta un’evenienza del genere? Quanti disagi e attese dovrai sopportare per goderti finalmente la tua piscina? 

E tutto sempre per lo stesso motivo. 

Progetti realizzati male, in fretta, in cui ben poco si capisce di quale sarà realmente il risultato finale… e che non prestano la dovuta attenzione a tutti i dettagli, necessari per rendere la tua piscina quell’oasi di benessere che tu e la tua famiglia meritate.

Questa errata interpretazione dei tuoi desideri e delle tue necessità porta così ad errori e incomprensioni. Oltre che ad un’insoddisfazione a cui sarà poi molto difficile rimediare.

COME ANTICIPARE I PROBLEMI ESTETICI
Ricostruzione fotorealistica in 3D

La nostra ricostruzione 3D con fotoinserimento è un complesso modello in alta definizione, eseguito da architetti specializzati nella progettazione di piscine di lusso, che ti mostra la tua oasi di benessere come se potessi aprire le tende… e ammirarla già adesso. 

Una vera e propria finestra sul futuro, con vista da terra e aerea. E da qualsiasi prospettiva tu voglia: laterale, frontale, dall’alto.

Come puoi osservare nelle immagini sopra, se qualcuno non ti dicesse che la prima è il render fotorealistico e la seconda la piscina vera, sarebbe quasi impossibile distinguere la differenza.

Infatti, la tua ricostruzione virtuale avrà gli stessi colori e le stesse texture dei materiali da te scelti. La luce sarà uguale a quella che illumina naturalmente il tuo giardino. Ti sembrerà davvero di poter toccare con mano la tua nuova piscina.

IPOTESI N.4 NESSUN PROBLEMA
Quando la tua è una Piscina Perfetta

Siamo arrivati alla fine di questo articolo.

Spero tu abbia potuto riflettere sull’importanza di ottenere in anticipo un quadro chiaro della tua futura piscina… e su come questa certezza sia possibile, nonostante finora nessuno si sia mai assunto l’impegno di dartela. 

“Si è sempre fatto così” non è più una giustificazione sufficiente per rischiare che il tuo investimento non sia all’altezza delle tue aspettative.

Per prevenire tutti i problemi costruttivi, di comfort ed estetici che potresti incontrare nella realizzazione della tua nuova area wellness, Semplicemente Piscina ha quindi ideato – prima e unica azienda in Italia – Piscina Perfetta.

Ovvero, il progetto esclusivo della piscina dei tuoi sogni, realizzato in soli 16 giorni (le tempistiche finali possono variare in base alle modifiche che vorrai apportare) e firmato dai nostri architetti.

Una “macchina del tempo” personale, che ti porta nel futuro per darti la certezza che TUTTI gli aspetti della tua piscina siano perfetti per te e per il tuo giardino. 

In pratica, questo documento di oltre 50 pagine ti consegnerà la tua piscina reale, prima ancora che diventi realtà.

E, soprattutto, prima di qualsiasi investimento per la sua costruzione. 

Così, se dovesse esserci un dettaglio da modificare, non dovrai aspettare dopo l’installazione per scoprirlo.

Ma in cosa consiste esattamente, e come realizziamo questo progetto esclusivo?

Abbiamo creato un metodo di lavoro proprietario, diviso in 6 passaggi:

  1. Primo sopralluogo. Con strumenti professionali per l’analisi di pendenze, ostacoli, accessi, privacy e illuminazione… definiremo dimensioni, posizione e orientamento della tua piscina. Con il campionario di 15 rivestimenti interni e 3 esterni, sceglierai i tuoi materiali e colori preferiti
  2. Realizzazione, da parte dei nostri architetti, del progetto preliminare: vista planivolumetrica, disegno tecnico in 2D con pianta e prospetto, inquadramento territoriale e analisi dello stato di fatto, modello 3D di base
  3. Secondo appuntamento di confronto per la conferma del progetto preliminare, che solo dopo le tue eventuali modifiche diventerà definitivo, e l’inserimento degli accessori
  4. Creazione della tua “macchina del tempo personale” … una ricostruzione 3D fotorealistica in alta definizione, che ambienterà la tua piscina nel tuo giardino come fosse già reale
  5. Inserimento dei dossier. Descrizione dei materiali, preparazione del terreno e relazione tecnica, firmata dall’architetto
  6. Stampa e consegna a mano di Piscina Perfetta. Ti illustreremo, pagina dopo pagina, il progetto esclusivo della piscina dei tuoi sogni

Pertanto, attraverso questo lavoro minuzioso, ci prenderemo la totale responsabilità della tua piscina, togliendo dalle tue spalle ogni pensiero sulla sua progettazione, realizzazione ed installazione.

La prova che ti diamo risiede nella GARANZIA “Quello che vedi è esattamente quello che avrai”.

Ovvero, se la tua piscina finita non sarà identica a quella che hai potuto ammirare in Piscina Perfetta, te la rifaremo finchè non lo diventerà davvero.

Nessun professionista, e nessun’altra azienda, potrebbe mai offrirti qualcosa di lontanamente paragonabile. 

E sebbene Piscina Perfetta sia un protocollo ideato per le nostre Piscine Fuori Terra di Lusso, non ti vincola in alcun modo a noi per la successiva esecuzione dell’opera.

Se vorrai, pertanto, potrai farti fare la piscina da qualcun altro. Se invece deciderai di proseguire con noi, Piscina Perfetta sarà un nostro regalo, che ti sconteremo dal preventivo finale.

Il motivo di questo regalo è semplice. 

Avendo creato noi il progetto, siamo in grado di attivare immediatamente una serie di procedure aziendali che ci permettono di avere in tempi brevi sia i materiali, che i tecnici già istruiti.

A quel punto, ci dispiacerebbe non poterti aiutare a rendere realtà il tuo sogno in soli 15 giorni dall’inizio dei lavori.

Per concludere

Se è vero che non spetta a te conoscere in anticipo tutti gli errori di progettazione che mettono a rischio il tuo investimento…

… è altrettanto vero che oggi hai uno strumento in più per fare una scelta consapevole, e assicurare la soddisfazione tua e della tua famiglia.

Perciò, se vuoi scoprire di più su Piscina Perfetta e cosa può fare per te, guarda il video di presentazione cliccando sul bottone qui sotto, e prenota la tua consulenza gratuita.

Alla tua Piscina Perfetta,

Giuseppe Giorgi

altri
articoli